Top
Bosusco Paolo
In un recente articolo comparso su una grande testata nazionale a proposito di Paolo Bosusco e Claudio Colagelosi, i due italiani rapiti in India,  il turismo responsabile viene menzionato in chiave estremamente negativa, come un “safari umano” che si spinge in luoghi sperduti e pericolosi, che mira a conoscere le realtà tribali provocando danni enormi alle popolazioni. Posso capire la disapprovazione verso un turista che decide di addentrarsi in zone ufficialmente dichiarate pericolose, ma non condivido la generalizzazione:  sentenziare sul mondo del turismo sostenibile in base ad un singolo evento è ingiusto e inadeguato – e  dimostra incompetenza in ambito turistico.
E’ d’obbligo una riflessione.
Bosusco Paolo

Paolo Bosusco

E’ ovvio che il turismo, in qualsiasi forma, provoca un impatto ambientale, sociale ed economico sul luogo di destinazione, ma i danni del turismo sostenibile non sono neanche paragonabili a quelli causati dal turismo di massa (senza entrare nel dettaglio: prostituzione, perdita delle tradizioni, emulazione dello stile di vita occidentale, povertà,  rifiuti,  spreco di risorse).
La peculiarità dei viaggi responsabili è il RISPETTO di luoghi e persone,  la  mercificazione della cultura non è tra le caratteristiche di questo tipo di turismo che, al contrario, disapprova chi si spinge in luoghi incontaminati e si improvvisa ospite di popolazioni incontattate. Bisogna poi distinguere i singoli esploratori dai gruppi organizzati e il turismo etnico dal turismo consapevole, ma soprattutto bisogna pensare all’approccio che ogni singolo viaggiatore adotta nell’incontro con l’altro: guardare un animale raro allo zoo oppure conoscere un’altra Persona ponendosi alla pari?  La questione è piuttosto complessa per trarne un giudizio. 
La ricerca di autenticità, sempre più frequente nel turista, non deve essere confusa con la smania di esotismo. Viviamo in un mondo costruito, impostato, pesante, di conseguenza aumenta il desiderio di relazioni vere e spontanee. I viaggi di turismo responsabile sono tanti e diversificati, spesso frutto di precedenti relazioni, se non addirittura vere amicizie, con la gente del posto. Non necessariamente questi viaggi prevedono visite a luoghi isolati: l’autenticità si trova nelle strade, nei mercati, negli alberghi a gestione locale, nelle città e nei villaggi.  Ognuno è libero di esprimere il proprio pensiero sulla vicenda, ma attenzione a non fare di tutta l’erba un fascio.

Comments:

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »
error: Copiare testi e immagini protetti dal diritto d\'autore è un reato a tutti gli effetti (Legge sul Diritto d\\\'autore, Art.171)