Top
Birdwatching Delta del Po

La Romagna è una regione affascinante e ricca di attrazioni naturali da scoprire. Se state pianificando una visita a questa bellissima zona dell’Italia, ecco alcuni suggerimenti su cosa fare e cosa vedere in Romagna.

Spesso scelta come meta balneare, la Romagna ha molto da offrire oltre le sue spiagge. 

In questo articolo consigliamo itinerari naturalistici, consigli enogastronomici e città d’arte da non perdere!

PERCORSI NATURALISTICI IN ROMAGNA

Gli amanti della natura possono esplorare le belle spiagge della riviera, le colline ricoperte di vigneti e oliveti, i parchi naturali e le riserve protette.

In bicicletta in Romagna

Gli itinerari ecoturistici includono escursioni a piedi, in bicicletta o a cavallo lungo i sentieri immersi nella natura, visite ai giardini e ai parchi botanici, esperienze di birdwatching e tour guidati. 

Se viaggiate in modo responsabile ricordate di evitare gli spettacoli coi delfini e ammirate invece la fauna locale, con gli animali nel loro habitat naturale.

Non potete perdervi ad esempio il Parco Regionale del Delta del Po, uno dei parchi naturali più grandi d’Europa. Qui potrete godere di incantevoli paesaggi, passeggiare lungo sentieri immersi nella natura, ammirare una fauna variegata; in particolare la ricca avifauna attrae ogni anno tantissimi appassionati di birdwatching. Ci sono vari centri visita, a Ferrara, Cervia e Ravenna.

Birdwatching Delta del Po

Un’altra tappa interessante è la Riserva Naturale di Onferno, a Gemmano, sulle colline di Rimini. Le grette di Onferno fanno parte della rete delle Aree protette della Regione Emilia-Romagna e sono anche Polo Didattico del Centro di Educazione alla Sostenibilità. Oltre al tour guidato nelle grotte ci sono anche un Museo Naturalistico e il Giardino Botanico.

ENOGASTRONOMIA ROMAGNOLA

Fare ecoturismo in Romagna significa anche valorizzare le tradizioni locali, della gastronomia tipica e dei prodotti biologici del territorio. 

Potete visitare aziende agricole biologiche, fare degustazioni di vini e olio extravergine di oliva, partecipare a corsi di cucina tradizionale.

I piatti tipici della Romagna sono un vero e proprio mix di pietanze che uniscono i sapori del mare e quelli del territorio agricolo circostante.

Uno dei piatti più famosi è senza dubbio la piadina romagnola, un tipico pane piatto fatto con farina, acqua, sale e strutto. La farcitura della piadina tradizionale è con prosciutto crudo, squacquerone e rucola, fino alle più vivaci combinazioni di ingredienti. 

La piadina è perfetta da gustare sia come spuntino, che come pasto principale.La piadina tradizionale romagnola

Altro piatto delizioso delizioso: i passatelli in brodo, una minestra a base di pasta fatta con pangrattato, uova e formaggio grana, servita in un brodo di carne. È un piatto caldo e confortante, perfetto per riscaldarsi durante le serate più fresche.

Se in Emilia ci sono i tortellini, in Romagna abbiamo i cappelletti in brodo, che hanno un ripieno vegetariano a base di formaggio tenero, grana e noce moscata. Il brodo, immancabile, è a base di cappone.

Tra i piatti di pesce più famosi c’è l’anguilla alla brace, un piatto tipico di località come Comacchio e Cesenatico, e le poveracce, piccole vongole un tempo considerate un pasto povero, oggi invece fanno parte della cucina tradizionale. Un meraviglioso accostamento mare e terra è la polenta con le povaracce, davvero gustosa.

Tra i vini locali i più apprezzati sono il Sangiovese, Il Trebbiano, il Pignoletto e l’Albana di Romagna.

CITTA’ D’ARTE DELLA ROMAGNA

Tra le tante attività da fare in Romagna, non potete perdervi una visita alle città d’arte come Rimini, Cesenatico e Ravenna, ricche di storia, arte e cultura. Potrete ammirare antiche chiese, musei e monumenti storici che vi faranno viaggiare indietro nel tempo.

Cosa vedere a Rimini

  1. Piazza Cavour: la piazza principale di Rimini, circondata da edifici storici, negozi e ristoranti.
  2. Castello Sismondo: una fortezza medievale costruita nel XV secolo dalla famiglia Malatesta, offre una vista panoramica sulla città.
  3. Museo della Città: un museo che racconta la storia e la cultura di Rimini attraverso reperti archeologici, opere d’arte e manufatti storici.
  4. Borgo San Giuliano: un quartiere pittoresco con colorate case di pescatori e graziosi vicoli, famoso per la sua atmosfera bohémien e i murales dipinti sui muri.
Borgo San Giuliano Rimini

Scorcio di Borgo San Giuliano – Autore: © Gilberto Urbinati 

Cosa vedere a Cesenatico

  1. Porto Canale: Il famoso canale portuale, progettato da Leonardo da Vinci nel 1502, è una delle principali attrazioni della città. Qui è possibile ammirare i tradizionali pescherecci colorati e visitare il Museo della Marineria.
  2. Piazza delle Conserve: una piazza affacciata sul porto canale, decorata con gli antichi palazzi dei pescatori. Qui si trova anche il Mercato Coperto, che ospita bancarelle di prodotti tipici e artigianato locale.
  3. Museo della Bicicletta: numerosi ciclisti professionisti sono originari di questa zona, il museo racconta la storia del ciclismo professionistico in Italia.
  4. Museo del Sale: Questo museo illustra la storia e la tradizione legata alla produzione del sale, un’attività importante per l’economia locale.
  5. Parco Naturale di Levante: situato a pochi chilometri dal centro di Cesenatico, il Parco è un’area naturale protetta con sentieri escursionistici ideali per passeggiate e tour in bicicletta.

Cosa vedere a Ravenna

  1. Basilica di San Vitale: un capolavoro dell’arte bizantina, con mosaici straordinari e un’architettura sorprendente.
  2. Mausoleo di Galla Placidia: un piccolo mausoleo ricoperto di mosaici, considerato uno dei migliori esempi di arte paleocristiana.
  3. Basilica di Sant’Apollinare Nuovo: un’altra basilica con mosaici mozzafiato e una storia lunga e affascinante.
  4. Mausoleo di Teodorico: un impressionante mausoleo gotico del re Teodorico, con un’architettura unica e incantevole.
  5. Pineta di Classe: un’oasi naturale nel cuore della città, perfetta per una passeggiata rilassante o per fare un picnic.
  6. Museo Nazionale di Ravenna: un museo che conserva una vasta collezione di reperti archeologici, arte sacra e manufatti antichi.
  7. Piazza del Popolo: la principale piazza di Ravenna, circondata da edifici storici e animate da bar, ristoranti e negozi.

Basilica di Sant'Apollinare in Classe Ravenna

Se viaggiate in famiglia e/o pensate di trattenervi molto tempo in spiaggia, l’ideale è prenotare un albergo che offra la mezza pensione, altrimenti potete prenotare solo pernotto e colazione in alberghi, b&b o agriturismi, scegliendo ogni giorno tra spiaggia, escursioni in natura o degustazioni nell’entroterra romagnolo. Non vi resta che prenotare il vostro alloggio e partire alla scoperta di questa splendida regione!

La Romagna è una destinazione che offre una vasta gamma di attrazioni per tutti i gusti e le esigenze. Che siate amanti della natura, della buona cucina o della cultura, qui troverete sempre qualcosa di interessante da fare e da vedere!

post a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Copiare testi e immagini protetti dal diritto d\'autore è un reato a tutti gli effetti (Legge sul Diritto d\\\'autore, Art.171)