Top

La preparazione dello zaino è il momento in cui il viaggiatore realizza la sua partenza. Cosa mettere nello zaino? Ma soprattutto cosa NON portare? E’ essenziale viaggiare leggeri, non c’è niente di peggio che spostarsi da un luogo all’altro con un bagaglio pesante. Il viaggiatore deve essere leggero, spiritualmente e materialmente. 

Cosa mettere nello zaino

Ho intrapreso molti viaggi ed ho imparato molto dalle mie esperienze (ed errori!), per questo ti propongo la mia lista, ti sarà molto utile se sei in partenza.

Ho inserito i link per comprare gli oggetti nel caso ti servissero: non è pubblicità #adcazzum, sono prodotti selezionati da me che ho comprato e che consiglio e, credimi, ci metto ore di ricerca per selezionare gli oggetti da viaggio prima di comprarli. Guardo tutto: recensioni, peso, ingombro, rapporto qualità-prezzo. Sono maniacale.

Tutti gli oggetti consigliati nell’articolo li trovi tutti assieme qui, ma prima di buttarti negli acquisti ti consiglio di leggere l’articolo, che è arricchito con alcuni suggerimenti per viaggiare responsabilmente e utili indicazioni pratiche.

Pronto? Mettiti comodo/a e concentrati, perché da questo articolo ne uscirà fuori il tuo corredo da viaggio 😉

OGGETTI NECESSARI

ZAINO PICCOLO: quando ti fermi qualche giorno in un posto, non puoi girare col tuo enorme zaino da viaggio, ti serve qualcosa di più piccolo, da usare quotidianamente per brevi camminate/escursioni.

Ci sono quelli della Decathlon tascabili, ma io consiglio qualcosa di più strutturato, che userai anche come bagaglio a mano. L’argomento zaino merita un articolo a parte, quindi leggi Quale zaino scegliere per le escursioni giornaliere. Se ti interessa anche lo zaino grande leggi invece Quale zaino scegliere per un lungo viaggio 

SANDALI: resistenti all’acqua, quindi non di cuoio, così saranno utili in molte occasioni: camminare ogni giorno,  fare la doccia in un bagno condiviso, andare in spiaggia, trekking estivi.Ti consiglio questi sandali se sei un uomo e questi sandali se sei una donna.

TORCIA: preferibilmente da testa, è molto più comoda e potrai usarla anche per leggere comodamente quando viaggi di notte, in autobus o treni; utile anche per le esperienze outdoor e campeggio, per i bisogni notturni in natura. Questa è la mia torcia da testa e ne sono perdutamente innamorata, rapporto qualità-prezzo ineguagliabili, è un faro nella notte.

COLTELLINO: utilissimo in molte occasioni, ricorda che durante il viaggio in aereo va messo nel bagaglio in stiva e non nel bagaglio a mano. Questo è il mio coltello da viaggio, un Opinel, e non lo abbandonerò mai.

SACCHETTI: recuperati e riciclati ovviamente 🙂 Io mi porto da casa qualche sacchetto in plastica, quelli della spesa, utili per la biancheria sporca. Per i vestiti puliti invece preferisco quelli in tela, traspiranti, per ridurre l’odore di chiuso.

ASCIUGAMANI / ACCAPPATOIO IN MICROFIBRA: occupano poco spazio e si asciugano velocemente, praticamente indispensabili. Io ho sia l’accappatoio in microfibra sia gli asciugamani in microfibra. Sinceramente uso più spesso gli asciugamani, ma è una scelta personale e dipende dal tipo di viaggio.

CUSCINO DA VIAGGIO GONFIABILE o in LATTICE: non so quante volte ho ringraziato il cielo di averlo portato, è fantastico in aereo e nei lunghi viaggi in autobus/treno. Per un primo periodo ho usato quello gonfiabile, poi dopo buchetti e sgonfiamenti vari ho fatto l’upgrade e sono passata a quello in memory-foam, con cui non ci sono paragoni per comodità e durevolezza.

TAPPI PER LE ORECCHIE: consiglio quelli in cera, tutti gli altri in spugna li trovo semplicemente …inutili.

REPELLENTE PER GLI INSETTI: non dimenticare di verificare la quantità e la validità  del principio attivo in base alla destinazione; ricorda che la miglior precauzione contro la malaria e altre malattie infettive per cui non esistono vaccinazioni, è la prevenzione comportamentale (evitare la puntura della zanzara con abbigliamento adeguato).

MEDICINE ESSENZIALI: antidolorifici (ibuprofene, nimesulide o aspirina), antibiotici a largo spettro, disinfettante, cerotti, vitamine, integratore di flora batterica, antidiarroico. 

PILE/BATTERIE: il viaggiatore responsabile sceglie le batterie ricaricabili, mai quelle usa e getta! Ce ne sono di vari tipi e vari prezzi a seconda della velocità di ricarica, io usavo queste della Duracell, oggi uso solamente oggetti elettronici ricaricabili e uso la powerbank.

POWERBANK: ormai una batteria esterna è indispensabile per i viaggi zaino in spalla, a volte affrontiamo lunghi viaggi in autobus, treno, senza la possibilità di ricaricare e la powerbank permettere di caricare i nostri device.

Dopo vari tentativi di powerbank low cost ho capito che stavo sbagliando e ho preso questa powerbank solare, che si utilizza normalmente come le altre, caricandola alle prese (ed è potentissima con 26800mAh) ma che si può anche caricare col sole in caso di bisogno.

MACCHINA FOTOGRAFICA: io ne porto sempre due, una piccola, compatta ed economica, che passi inosservata in ambienti affollati, e una più professionale, che uso quando sono in posti tranquilli. Inoltre, in caso di furto, sono sicura di averne sempre una a disposizione. 

BORRACCIA: se farai dei trekking va benissimo una da 1 litro, ma se non è veramente indispensabile un gran scorta d’acqua, potrebbe rivelarsi solamente un oggetto ingombrante, in tal caso anche una da 0,75 potrebbe andare bene. Evita di comprare 5 bottigliette di plastica da mezzo litro al giorno, la plastica è un problema enorme nel mondo.

Ti consiglio, se l’acqua non è potabile, di comprare i bottiglioni da 5/10 litri e riempire ogni giorno la tua borraccia. Io ho usato per molto tempo la classica borraccia in alluminio, ma l’ho abbandonata per le borraccia termica, costa di più, ma li vale tutti, non ci sono paragoni: l’acqua rimane fresca per 24 ore, anche dopo una giornata al sole e calda per 12 ore per i viaggi al freddo. E’ magica, è meravigliosa.

Per i viaggi extreme o per lunghe escursioni in natura dove l’acqua non potrebbe bastare ho anche la Water To Go, che è una borraccia con filtro che mi permette di purificare l’acqua da fiumi, laghi e ruscelli: elimina oltre il 99.9% di tutti i batteri, virus, cloro, fluoro e metalli pesanti.

FASCIA PORTASOLDI (MONEYBELT): essenziale per viaggiare tranquilli. Ce ne sono di vari tipi e tessuti, questa è la mia moneybelt. Ti stra-consiglio di leggere il mio articolo su Come viaggiare in Sicurezza.

ADATTATORE DI CORRENTE UNIVERSALE: ti servirà in questo… e in tanti altri viaggi. Se sei un blogger, fotografo o videomaker, se hai tremila cose da ricaricare, ti consiglio di portare anche una presa multipla o la “ciabatta”, perchè se viaggi low-cost probabilmente non troverai tante prese in ostello o in camera. Io ho scelto questo adattatore universale con doppia presa usb.

ACCENDINI/FIAMMIFERI: anche se non sei un fumatore avere il fuoco a portata di mano è sempre utile (accendere uno zampirone, una candela, fare riparazioni di fortuna di oggetti in plastica)

CELLULARE: il meglio è un dual sim, così puoi tenere attive due sim, quella italiana e quella locale (sì, ti consiglio di fare in ogni nazione una Sim locale, è la soluzione più semplice ed economica). 

PHON/ASCIUGACAPELLI: vabbè, io ho i capelli lunghi 80cm, come avere un figlio in testa, ma il phon non serve solo per asciugarsi i capelli, ti sembrerà strano, ma il phon è strettamente correlato alla biancheria intima (?!). Se lavi mutande e calzini la sera, come fanno ad essere asciutti in pochi minuti? Il phon è utilissimo non solo per i capelli, ma anche per asciugare indumenti lavati o bagnati dalla pioggia. Prendine uno piccolo e pieghevole, come questo phon da viaggio.

VESTITI: l’abbigliamento varia a seconda della destinazione e dal tipo di viaggio, perciò non farò un elenco, mi limiterò a menzionare le 2 strategie più adottate dai viaggiatori: 1) portare indumenti di cui ci si possa liberare facilmente durante il viaggio e che eventualmente possano essere scambiati o regalati alla gente del posto. 2) preparare la valigia prevedendo un abbigliamento a strati (comunemente conosciuto come “a cipolla”) per adattarsi a più situazioni climatiche.

Un oggetto di cui mi sono letteralmente innamorata e che considero essenziale sono gli organizer da viaggio, dove mettere i vestiti. Quelli tradizionali si possono tranquillamente sostituire con dei sacchetti, sono solo delle buste con cerniera, non ci trovo alcuna utilità, ma questi organizer… questi ne hanno due di cerniere! Ti permettono di comprimere i vestiti e risparmiare tantissimo spazio nello zaino. Giuro che mi han cambiato il modo di viaggiare: lo zaino è ordinato e c’è più spazio, insomma… un miracolo!

SCARPE DA TREKKING: la tipologia di scarpe dipende, come i vestiti, dal viaggio che stai per intraprendere, quindi non posso darti consigli precisi, ma posso solo dirti una cosa certa: un paio di scarpe serie ti serviranno, e con “serie” intendo scarpe buone, non economiche.

L’acquisto delle tue scarpe da viaggio è da considerare a tutti gli effetti un investimento, come lo zaino. Si può risparmiare in tante altre cose, ma non per zaini e scarpe, per due ragioni: 1) la tua salute: evitare dolori alla schiena, fatica e vesciche ai piedi 2) delle scarpe buone durano anni, quelle economiche ti durano (forse) un viaggio. Le scarpe non si comprano online!

BIANCHERIA INTIMA: il viaggiatore D.O.C si lava mutande e calzini quasi ogni sera nel lavandino, per questo è utile portare anche un tappo (piatto) universale. Per 3 mesi di viaggio io mi porto 5 mutande e 4 paia di calzini.

OGGETTI PER L’IGIENE PERSONALE: il viaggiatore responsabile dovrebbe portarsi del semplice sapone di marsiglia, per limitare il suo impatto ambientale. Siamo in un mondo dove qualcosa di “bio” ed “eco” costa di più, aimè. Io personalmente preferisco spendere un po’ di più e comprare prodotti non testati su animali e che siano ecologici, come questo sapone di marsiglia liquido della Bionike. Ultimamente mi da da fare la plastica e preferisco il sapone di marsiglia solido. A te la scelta.

Ricordati le salviette umidificate e i fazzoletti, in alcuni luoghi del mondo non sempre troverai acqua calda per lavarti o carta igienica nei bagni. Altro consiglio utile: il filo interdentale è di un materiale resistente e si può utilizzare anche per appendere la biancheria o per le piccole riparazioni. Infine… prendi un beauty da viaggio che si possa appendere, ti sarà utile nei bagni condivisi o poco puliti, questo è il mio beauty da viaggio e mi trovo benissimo.   

CREMA SOLARE/CAPPELLINO/OCCHIALI DA SOLE: ammetto di non andare pazza per il cappellino, ma se si passano tante ore in spiaggia o camminando è bene portarlo per evitare insolazioni.

DOCUMENTI: sì, lo scrivo, perché c’è anche chi, dopo giorni di preparazione dello zaino, arriva in aeroporto senza biglietto e passaporto 😉

OGGETTI UTILI 

Altri oggetti utili, per me utilissimi, il cui bisogno dipende dalle tue esigenze, dalla destinazione e dal tipo di viaggio:

SACCO A PELO: prima di buttarti nell’acquisto controlla l’itinerario, il meteo e le temperature che troverai durante il tuo viaggio.

SACCO LETTO: utilissimo nei paesi caldi al posto del sacco a pelo, ma si può usare in tutte le stagioni quando la pulizia di un albergo/guesthouse lascia un po’ a desiderare e sostituisce quindi le lenzuola. A me non piace molto il poliestere quindi ho optato per questo sacco letto in cotone.

MATERASSINO: se viaggerai con la tenda il materassino ti servirà. Ce ne sono di tanti tipi, dal classico modulo che si arrotola ai materassini gonfiabili o autogonfianti. Ho abbandonato il modulo che si arrotola perchè è troppo ingombrante, ho abbandonato anche gli autogonfianti perchè pesanti e ingombranti anche loro. La cosa da tenere in considerazione quando si fa lo zaino sono queste: peso e ingombro. La mia scelta è questo materassino gonfiabile, molto resistente, al contrario di altri che si bucano facilmente.

TENDA: ricordati che stai per fare un viaggio zaino in spalla. Parola chiave per lo zaino: peso. Quindi cerca una tenda leggera, stai sotto i 2 kg. La mia è una tenda ultraleggera della Decathlon, ma come puoi vedere non è low-cost. Nell’attrezzatura da viaggio la leggerezza (sinonimo di qualità), si paga.

PANNELLI SOLARI DA VIAGGIO: ce ne sono di tanti tipi da quelli pieghevoli a quelli incorporati nello zaino.

LIBRI/GUIDE: come dice Tiziano Terzani “I migliori compagni di viaggio sono i libri”. Il problema è il peso. Per risolvere questo problema viaggio con un e-book-reader (il mio però ha una certa età), qui trovi e-book reader nuovi per tutte le tasche.

DIARIO DI VIAGGIO/BLOCCO NOTE/MATITE: da tenere sempre a portata di mano. Conoscerai altri viaggiatori che ti daranno i loro contatti e suggerimenti sui luoghi da visitare. Io ci scrivo ancora prima di partire: indirizzi, mappe, parole e frasi in lingua locale, così non dovrò mostrare pubblicamente guide o dizionari, che danno l’idea di un turista inesperto. 

PICCOLO DIZIONARIO/FRASARIO: utilissimo per imparare una nuova lingua, conversare e conoscere la gente locale ed altri viaggiatori. Qui trovi vari frasari per diverse lingue.

MINI-KIT PER CUCITO: per riparare i propri vestiti, ma anche utile in caso di vesciche (l’operazione è assolutamente indolore: si sterilizza l’ago con la fiamma e si fa passare il filo dentro la vescica, il filo assorbirà il liquido e la vescica guarirà). Prendi qualcosa di piccolo, perché non deve occupare molto posto nello zaino, qui trovi vari kit di cucito da viaggio a vari prezzi.

Buon viaggio!

Commenti:

  • 10 Giugno 2019

    Ciao Valentina, sto organizzando il mio primo viaggio di tre mesi che inizierà in Marocco e anch’io sono qui a chiederti consigli per gli acquisti:

    – la borraccia WaterToGo secondo te si può usare per bere acqua di rubinetto dove non è consigliato farlo? In alternativa cosa consigli per ridurre l’uso di plastica?
    – i powerbank che consigli (mi piacerebbe tanto quello solare!!) sono adatti anche per ricaricare un computer portatile?

    grazie,
    Arianna

    reply...

lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Non si copiano i contenuti altrui :)