Pages Navigation Menu
InstagramTwitterRssFacebook

Quale zaino scegliere per le escursioni giornaliere?

Spesso si dà molta importanza alla valigia o al grande zaino da viaggio e poca importanza allo zaino da utilizzare durante le escursioni giornaliere, che è probabilmente quello che utilizzeremo per la maggior parte del tempo durante un viaggio itinerante.

La qualità dello zaino è fondamentale per la nostra salute e per limitare considerevolmente la fatica durante le escursioni. Cosa prendere in considerazione per scegliere lo zaino giusto? Ovviamente molti aspetti possono variare a seconda del tipo di escursione, ma le basi per uno zaino di qualità rimangono le stesse. Al bando il vecchio zaino Invicta che hai nell’armadio dal 1982, la tecnologia è migliorata tantissimo nel tempo e oggi gli zaini sono progettati per limitare la fatica e i danni alla schiena, da non sottovalutare.

QUANTO DEVE ESSERE GRANDE?

La dimensione – o meglio “capienza” – di un uno zaino si misura in litri. Non c’è bisogno di spazio per sacco a pelo e tenda, ma per lo stretto necessario che potrebbe servirci in giornata, quindi non dovrebbe superare i 40 litri. Il peso finale dello zaino non dovrebbe superare il 15% del peso corporeo, anche se questa percentuale può variare a seconda dell’allenamento.

QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE?

In base al tipo di escursione variano le caratteristiche, ad esempio in alcuni casi (arrampicata, trekking in folta vegetazione) è meglio limitare le tasche esterne in modo che lo zaino sia il più compatto possibile, ma nella maggioranza dei casi le TASCHE invece saranno molto utili per avere a portata di mano prodotti come acqua, anti-zanzare, crema da sole, portafoglio, occhiali ecc…

Gli zaini migliori hanno delle comode tasche anche nella CINTURA VENTRALE, quella fascia che si allaccia in vita, di cui spesso non si conosce la funzionalità. Credimi, scegli uno zaino con la cintura ventrale, meglio se imbottita e con tasche, e faticherai la metà. Perchè? Perchè il peso di uno zaino va scaricato principalmente sulle anche, non sulle spalle, ed è questa l’importantissima funzione della fascia ventrale; ti sembrerà di portare uno zaino molto più leggero di quanto è in realtà.

In ogni occasione sarà sempre utile che lo zaino abbia il TELO IMPERMEABILE INCORPORATO (se non c’è si trova in vendita separatamente, ma si perde più facilmente) per proteggere il contenuto da piogge improvvise. Un aspetto molto importante da considerare è lo SCHIENALE: nella categoria degli zaini medio-piccoli troviamo, oltre al classico schienale imbottito di tessuto traspirante, anche telai particolari che favoriscono la ventilazione, dove il dorso è curvato in modo da creare un vuoto tra lo zaino e il corpo, la schiena poggia quindi sulla rete ed è la soluzione perfetta per chi suda molto.

Zaino schienale curvo

Se scegli invece il classico schienale imbottito assicurati che la struttura dello schienale sia solida e resistente.

Gli SPALLACCI dovrebbero essere imbottiti e regolabili ed è utile la presenza delle CINGHIE DI COMPRESSIONE, che servono a compattare lo zaino e a distribuire meglio il peso.

Al momento dell’acquisto verifica la qualità dei MATERIALI (telaio, tessuto, imbottiture, cerniere…) e la LAVORAZIONE (solidità delle cuciture), caratteristiche esclusive degli zaini di marca. Nell’escursionismo la marca non è una questione di moda, ma una garanzia di qualità.

Mirare al risparmio in questo settore non è mai una saggia idea, perché la qualità dei materiali e della lavorazione, fanno davvero la differenza. L’acquisto di prodotti come zaini e scarpe è da considerare a tutti gli effetti un investimento. In passato ho commesso anche io miei errori, ricordo che comprai due zaini low-cost, copie perfette di marche note e alla seconda uscita perdevo i pezzi, spallacci rotti e schienale con rete completamente appiattito. Uno zaino di qualità durerà una vita e renderà più comode e piacevoli le tue escursioni.

zaino escursione giornaliera

Non acquisto più la bassa qualità MadeinChina né tantomeno la media qualità nelle grandi catene, ma acquisto zaini e attrezzatura presso negozi specializzati, ad esempio su addnature.it trovo le migliori marche e tutto – ma davvero tutto – ciò che serve per campeggio, escursionismo e cicloturismo. Il sito garantisce un’assistenza online per ogni dubbio tecnico sui prodotti, è affidabile per le spedizioni, i resi, l’assistenza e l’alta qualità; è il mio punto di riferimento. Se (per caso) vuoi fare un regalo a un amico sportivo (a me?!) c’è anche la carta regalo Addnature ;) 

COSA METTERE DENTRO LO ZAINO?

Il contenuto dello zaino varia a seconda del tipo di escursione. Il mio consiglio è di portare lo stretto necessario, il viaggiatore deve viaggiare leggero, spiritualmente e materialmente. Alcuni oggetti sempre utili per le escursioni in natura:

  • borraccia con una buona scorta d’acqua
  • cibo e barrette energetiche
  • kway o mantellina per pioggia
  • kit pronto soccorso
  • crema solare e antizanzare
  • mappa del territorio
  • torcia



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »