Pages Navigation Menu
TwitterRssFacebook

Come organizzare un viaggio, passo per passo.

Ultimamente ricevo molte richieste da aspiranti viaggiatori indipendenti, insicuri per la loro prima esperienza e con le idee un po’ confuse. Ecco i miei consigli utili per organizzare un viaggio. Ovviamente queste sono linee guida generiche valide per tutti i viaggi, ma ogni itinerario e destinazione necessita di una diversa organizzazione, ogni punto potrebbe essere ulteriormente approfondito, ma cominciamo dalle basi.

COME ORGANIZZARE UN VIAGGIO

DOVE E QUANDO ANDARE

Sai già dove andare: controlla che le tue ferie non corrispondano al periodo dei monsoni, delle grandi piogge, al clima caldo e umido, nella destinazione prescelta. Piogge torrenziali, caldo umido e zanzare rovinerebbero il viaggio, quindi scegli il periodo giusto per viaggiare.
Non sai dove andare, ma sai quando partire: cerca la  destinazione ideale, in base al clima, per il periodo che hai a disposizione per viaggiare.
Sito utile: www.quandoandare.info, nel menu in alto puoi scegliere tra “dove vuoi andare” oppure “quando vuoi partire”.

COSE IMPORTANTI DA FARE PRIMA DI PARTIRE

Ho bisogno del visto? Il passaporto quando scade? Ecco le prime domande da farsi una volta scelta la destinazione. Se devi andare fuori dall’Unione Europea il passaporto è necessario. Considera anche che alcuni paesi vogliono che il tuo passaporto abbia almeno 6 mesi di validità dopo il tuo arrivo, quindi guarda bene la data di scadenza del tuo passaporto e recati subito in questura se devi rinnovarlo.

Per quanto riguarda il visto ci sono paesi che lo rilasciano all’arrivo in aeroporto, o in frontiera, per la durata di X giorni e altri paesi per cui è invece necessario chiederlo prima, all’ambasciata o al consolato di riferimento in Italia. In alcuni casi è molto semplice, in altri invece dovrai compilare lunghi questionari (per l’India ad esempio). Verifica dove si trovano in Italia ambasciata e consolato del paese in questione; se sei di Milano, Roma o Torino sarà più semplice richiedere il visto perché potrai recarti di persona agli uffici, altrimenti dovrai spedire richiesta e passaporto via posta raccomandata. In alternativa puoi affidarti alle agenzie di viaggio della tua città che si occupano anche di visti e si occuperanno loro della spedizione.

Controlla se sono richieste vaccinazioni obbligatorie e se ce ne sono di consigliate per le zone che visiterai. Per sapere tutte le informazioni su visti e vaccinazioni il sito da consultare è quello della Farnesina www.viaggiaresicuri.it.

come organizzare un viaggio da soli

COME ARRIVARE A DESTINAZIONE

Se devi raggiungere una meta in Italia e in Europa considera di prendere un aereo, guardando le offerte delle compagnie aeree low-cost oppure valuta anche le corriere a lunga percorrenza, ci metterai molto più tempo, ma i costi sono vantaggiosi. Prendi in considerazione anche BlaBlacar condividendo le spese di viaggio in auto con chi va verso la tua stessa destinazione. Per le mete più lontane consulta i siti di comparazione dei costi dei voli, come edreams.com o skyscanner.it, che sono siti sicuri dove trovare le migliori tariffe. Se ti senti più tranquillo puoi anche andare di persona in un’agenzia viaggi della tua città. Ti consiglio, se hai tempo, di fare entrambe le cose e valutare quale sia la soluzione più comoda ed economica allo stesso tempo.   

DOVE DORMIRE

Indipendentemente dal tipo di viaggio, anche quello più disorganizzato e volutamente lasciato al caso, è bene prenotare almeno la prima notte. Qui le possibilità sono svariate e i siti dove trovare alloggio sono tantissimi. Ma ancora prima di dedicarti alla scelta dell’alloggio devi prenderti un po’ di tempo e studiarti la mappa della città, capire in quale quartiere vorresti alloggiare. Io faccio così: sulla guida turistica leggo il capitolo relativo alla mia prima tappa e mi segno tutti i posti dove vorrei andare (centro di informazioni turistiche, musei, ristoranti, edifici storici, siti di interesse…) e me li segno sulla mappa, così avrò già una panoramica generale su dove saranno i miei spostamenti e di conseguenza dove sarebbe più comodo alloggiare, senza dover impazzire per muovermi in città. Prima di scegliere l’alloggio è opportuno anche informarsi sui mezzi di trasporto, metro e autobus nelle grandi città, oppure bus locali, taxi condivisi e tuc tuc in mete più lontane. Una volta fatta un’analisi sui quartieri, luoghi da vedere e mezzi di trasporto… via libera alla scelta dell’alloggio.

Prima di prenotare valuta più soluzioni e verifica le recensioni degli ospiti sui siti dedicati, come Tripadvisor, ma spesso troverai le recensioni già sullo stesso sito dove prenotare. Consiglio agoda.com per le mete asiatiche, booking.com per chi predilige gli hotel, couchsurfung.com per chi viaggia low-cost e vuole socializzare, hostelworld.com per gli ostelli. Io mi muovo praticamente solo con Airbnb, mi trovo benissimo ovunque nel mondo.

airbnb bed and breakfast hotel

COME RAGGIUNGERE L’ALLOGGIO

Se arrivi in aereo cerca la soluzione più comoda ed economica per raggiungere il tuo alloggio, se arrivi di notte ti consiglio di prendere un taxi direttamente dall’aeroporto. Se stai andando in Africa, Asia o Sud America fai attenzione, ci saranno probabilmente tanti finti taxisti, quindi informati prima su internet, per sapere se è possibile prendere un taxi pre-pagato all’interno dell’aeroporto, così sarai sicuro che la tariffa che pagherai è quella giusta e non sarai imbrogliato da finti taxisti. Se stai andando in capitali europee o comunque in grandi città ci saranno metro, navette e bus verso il centro città, sicuramente più economiche del taxi. Guarda il punto di arrivo e controlla se il tuo alloggio si raggiunge a piedi o se è necessario prendere altri mezzi per raggiungerlo.

COME CREARE UN ITINERARIO DI MASSIMA

Difficile dare suggerimenti utili per ogni tipo viaggio, ma il punto di partenza è lo stesso sia se devi passare un weekend a Parigi o due mesi in Cambogia: leggere e informarsi prima della partenza.

Passo n.1: compra una guida turistica. La scelta è molto soggettiva, io ad esempio ovunque vada prendo le guide Lonely Planet, ma c’è chi si trova meglio con la Routard. Anche le guide Polaris sono valide, ma sono più narrative e danno meno informazioni pratiche, quindi dipende da cosa cerchi. Per le grandi città considera anche le guide Mondadori, Citybook del Corriere della Sera, le Bonechi, le Giunti e le Time Out, anche se io rimango fedelissima alle Lonely anche per le capitali.

Passo n.2: divora la guida. Io parto sempre leggendo i capitoli trasporti e alloggi (perchè è il punto di partenza), poi passo all’analisi di cosa vedere nella prima tappa del viaggio. Se si tratta di pochi giorni allora la leggo tutta velocemente, almeno per capire cosa voglio fare, lasciando descrizioni di luoghi e approfondimenti da leggere mentre sono in viaggio . Se è invece un viaggio più lungo leggo tutto a proposito della prima tappa, in modo da organizzare i primi giorni, poi guardo quali sono le tappe imperdibili dell’intero itinerario (la Lonely Planet le consiglia all’inizio e sono molto utili).

Passo n.3: calcola gli spostamenti. Se è un viaggio itinerante è utile sapere quanto impiegheresti da una tappa all’altra e capire di conseguenza qual è il mezzo migliore per spostarsi.

Passo n.4: mentre divori la guida comincia a scrivere il diario di viaggio, dove appunti i posti che vuoi assolutamente vedere, le informazioni utili sugli spostamenti, frasi e parole in lingua locale, siti web da consultare. Se ti piace o ti rassicura programmare il viaggio giorno per giorno, puoi anche creare il tuo calendario: se si tratta di un viaggio di pochi giorni è utile farlo, verificando date di apertura di musei e attrazioni.

Ricordati comunque che ogni itinerario dovrebbe essere flessibile: gli incontri e gli imprevisti fanno parte del viaggio stesso ed è bene lasciarsi trasportare dagli eventi, quindi sii aperto alla possibilità di cambiare rotta.

ORGANIZZARE UN VIAGGIO

COME SPOSTARSI DURANTE IL VIAGGIO

Difficile dare indicazioni precise, perché il mezzo da usare in un viaggio dipende molto dalla destinazione. Si potrebbe scegliere di usare i mezzi di trasporto locali  oppure affidarsi a un tour operator del posto che si occuperebbe degli spostamenti e dei tour, oppure noleggiare un auto ed essere indipendenti negli spostamenti. Non c’è una soluzione migliore, dipende dal tipo di viaggio e in che paesi sei.

Se hai poco tempo a disposizione, se stai visitando grandi città da cui però vorresti uscire per esplorarne i dintorni, o se vuoi viaggiare in lungo e in largo un’intera nazione, considera l’eventualità di noleggiare un auto. Su Easyterra.it puoi comparare i prezzi delle varie compagnie di autonoleggio e trovare quella più economica.

Se hai tutto il tempo che vuoi allora lasciati andare ed entra nella cultura locale prendendo i mezzi di trasporto del paese. Prima di partire stampati la mappa metro della città e le informazioni su treni e autobus nella nazione di riferimento. Quando arrivi recati subito al centro di informazioni turistiche, chiedi tutte le informazioni che ti servono e recupera mappe e brochure.

Un’altra possibilità è quella di affidarsi a tour operator locali, che si possono occupare dei tuoi spostamenti, visite e tour in tutto il paese o solo in certe zone. 

Se stai progettando il tuo viaggio ti consiglio di leggere anche questi articoli che ho scritto, che sono complementari a questo che hai appena letto: 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *