Pages Navigation Menu
InstagramTwitterRssFacebook

Cosa mettere nello zaino per un lungo viaggio?

La preparazione dello zaino è il momento in cui il viaggiatore realizza la sua partenza. Cosa portare? Ma soprattutto cosa NON portare? E’ essenziale viaggiare leggeri, non c’è niente di peggio che spostarsi da un luogo all’altro con un bagaglio pesante. Il viaggiatore deve essere leggero, spiritualmente e materialmente

Ho intrapreso molti viaggi ed ho imparato molto dalle mie esperienze (ed errori!), per questo ti propongo la mia lista, ti sarà molto utile se sei in partenza. L’elenco è arricchito con alcuni suggerimenti per viaggiare responsabilmente,  qualche indicazione pratica e i link per comprare gli oggetti nel caso ti servissero (non è pubblicità #adcazzum, sono prodotti selezionati da me). Pronto? Mettiti comodo e concentrati, perché da questo articolo ne uscirà fuori il tuo corredo da viaggio ;)

ZAINO PICCOLO: quando ti fermi qualche giorno in un posto, non puoi girare col tuo enorme zaino da viaggio, ti serve qualcosa di più piccolo, da usare quotidianamente per brevi camminate/escursioni. Ci sono quelli della Decathlon tascabili, ma io consiglio qualcosa di più strutturato, che userai anche come bagaglio a mano. Leggi Quale zaino scegliere per le escursioni giornaliere, per lo zaino grande leggi invece Quale zaino scegliere per un lungo viaggio 

SANDALI: resistenti all’acqua, quindi non di cuoio, così saranno utili in molte occasioni: camminare ogni giorno,  fare la doccia in un bagno condiviso, andare in spiaggia, trekking estivi. 

TORCIA: preferibilmente da testa, è molto più comoda e potrai usarla anche per leggere comodamente quando viaggi di notte, in autobus o treni; utile anche per le esperienze outdoor e campeggio, per i bisogni notturni in natura.

COLTELLINO: utilissimo in molte occasioni, ricorda che durante il viaggio aereo va messo nel bagaglio in stiva e non nel bagaglio a mano.

SACCHETTI: recuperati e riciclati ovviamente :) Io mi porto da casa qualche sacchetto in plastica, quelli della spesa, utili per la biancheria sporca. Per i vestiti puliti invece preferisco quelli in tela, traspiranti, per ridurre l’odore di chiuso.

ASCIUGAMANI / ACCAPPATOIO IN MICROFIBRA: occupano poco spazio e si asciugano velocemente, praticamente indispensabili.

CUSCINO DA VIAGGIO GONFIABILE: non so quante volte ho ringraziato il cielo di averlo portato, è fantastico in aereo e nei lunghi viaggi in autobus/treno. 

TAPPI PER LE ORECCHIE: consiglio quelli in cera, tutti gli altri li trovo inutili

REPELLENTE PER GLI INSETTI: non dimenticare di verificare la quantità e la validità  del principio attivo in base alla destinazione; ricorda che la miglior precauzione contro la malaria e altre malattie infettive per cui non esistono vaccinazioni, è la prevenzione comportamentale (evitare la puntura della zanzara).

MEDICINE ESSENZIALI: antidolorifici (ibuprofene, nimesulide o aspirina), antibiotici a largo spettro, disinfettante, cerotti, vitamine, integratore di flora batterica, antidiarroico. 

PILE/BATTERIE: il viaggiatore responsabile sceglie le batterie ricaricabili, mai quelle usa e getta.

POWERBANK: ormai è indispensabile per i viaggi zaino in spalla, a volte affrontiamo lunghi viaggi in autobus, treno, senza la possibilità di ricaricare, il caricabatterie portatile permettere di caricare telefoni, tablet e macchina fotografiche. Non puntare al risparmio in questo caso, perchè le powerbank a basso costo ti lasceranno a piedi, ovviamente nei momenti di massimo bisogno. 

LIBRI/GUIDE: come dice Tiziano Terzani “I migliori compagni di viaggio sono i libri”. Il problema è il peso. Per risolvere questo problema ho acquistato un e-book reader (il Kindle Voyage) e posso viaggiare con più di mille libri in… meno di 200grammi!

DIARIO DI VIAGGIO/BLOCCO NOTE/MATITE: da tenere sempre a portata di mano. Conoscerai altri viaggiatori che ti daranno i loro contatti e suggerimenti sui luoghi da visitare. Io ci scrivo ancora prima di partire: indirizzi, mappe, parole e frasi in lingua locale, così non dovrò mostrare pubblicamente guide o dizionari, che danno l’idea di un turista inesperto. 

MACCHINA FOTOGRAFICA: io ne porto sempre due, una piccola, compatta ed economica, che passi inosservata in ambienti affollati, e una più professionale, che uso quando sono in posti tranquilli. Inoltre, in caso di furto, sono sicura di averne sempre una a disposizione. 

BORRACCIA: se farai dei trekking va benissimo una da 1l/1,5l, ma se non è veramente indispensabile un gran scorta d’acqua, potrebbe rivelarsi solamente un oggetto ingombrante, in tal caso anche una da 0,75 potrebbe andare bene. Evita di comprare 5 bottigliette di plastica da mezzo litro al giorno, la plastica è un problema enorme nel mondo. Ti consiglio, se l’acqua non è potabile, di comprare i bottiglioni da 5/10 litri e riempire ogni giorno la tua borraccia. 

FASCIA PORTASOLDI (MONEYBELT): essenziale per viaggiare tranquilli. Ti stra-consiglio di leggere il mio articolo su Come viaggiare in Sicurezza 

SACCO LETTO: utilissimo nei paesi caldi al posto del sacco a pelo, ma si può usare in tutte le stagioni quando la pulizia di un albergo/guesthouse lascia un po’ a desiderare e sostituisce quindi le lenzuola.

ADATTATORE CORRENTE UNIVERSALE: ti servirà in questo… e in tanti altri viaggi. Se sei un blogger, fotografo o videomaker, se hai tremila cose da ricaricare, ti consiglio di portare anche una presa multipla o la “ciabatta”, perchè se viaggi low-cost probabilmente non troverai tante prese in ostello o in camera. 

MINI-KIT PER CUCITO: per riparare i propri vestiti, ma anche utile in caso di vesciche (l‘operazione è assolutamente indolore: si sterilizza l’ago con la fiamma e si fa passare il filo dentro la vescica, il filo assorbirà il liquido e la vescica guarirà)

ACCENDINI/FIAMMIFERI: anche se non sei un fumatore avere il fuoco a portata di mano è sempre utile (accendere uno zampirone, una candela, fare riparazioni di fortuna di oggetti in plastica)

CELLULARE: il meglio è un dual sim, così puoi tenere attive due sim, quella italiana e quella locale (sì, ti consiglio di fare in ogni nazione una Sim locale, è la soluzione più semplice ed economica). 

VESTITI: l’abbigliamento varia a seconda della destinazione e dal tipo di viaggio, perciò non farò un elenco, mi limiterò a menzionare le 2 strategie più adottate dai viaggiatori: 1) portare indumenti di cui ci si possa liberare facilmente durante il viaggio e che eventualmente possano essere scambiati o regalati alla gente del posto. 2) preparare la valigia prevedendo un abbigliamento a strati (comunemente conosciuto come “a cipolla”) per adattarsi a più situazioni climatiche.

SCARPE DA TREKKING: la tipologia di scarpe dipende, come i vestiti, dal viaggio che stai per intraprendere, quindi non posso darti consigli precisi, ma posso solo dirti una cosa certa: un paio di scarpe serie ti serviranno e con “serie” intendo scarpe buone, non economiche. L’acquisto delle tue scarpe da viaggio è da considerare a tutti gli effetti un investimento. Si può risparmiare in tante altre cose, ma non per zaini e scarpe, per due ragioni: 1) la tua salute: evitare dolori alla schiena, fatica e vesciche ai piedi 2) delle scarpe buone durano anni, quelle economiche ti durano (forse) un viaggio. 

BIANCHERIA INTIMA: il viaggiatore D.O.C si lava mutande e calzini quasi ogni sera nel lavandino, per questo è utile portare anche un tappo (piatto) universale. Per 3 mesi di viaggio io mi porto 5 mutande e 4 paia di calzini.

PHON DA VIAGGIO: ti sembrerà strano, ma il phon è strettamente correlato alla biancheria intima (?). Certo, se lavi mutande e calzini la sera, come fanno ad essere asciutti in pochi minuti? Il phon è utilissimo non solo per i capelli, ma anche per asciugare indumenti lavati o bagnati dalla pioggia.

OGGETTI PER L’IGIENE PERSONALE: il viaggiatore responsabile dovrebbe portarsi del semplice sapone di marsiglia, adatto anche per lavare i vestiti. Ricordati le salviette umidificate e i fazzoletti, viaggiando non sempre troverai acqua calda per lavarti o carta igienica nei bagni.  Il filo interdentale è di un materiale resistente e si può utilizzare anche per appendere la biancheria o per le piccole riparazioni.

CREMA SOLARE/CAPPELLINO/OCCHIALI DA SOLE: ammetto di non andare pazza per il cappellino, ma se si passano tante ore in spiaggia o camminando è bene portarlo per evitare insolazioni.

DOCUMENTI: sì, lo scrivo, perché c’è anche chi, dopo giorni di preparazione dello zaino, arriva in aeroporto senza biglietto e passaporto ;)

Altri oggetti utili, il cui bisogno dipende dalle tue esigenze, dalla destinazione e dal tipo di viaggio, possono essere:

PICCOLO DIZIONARIO/FRASARIO: utilissimo per imparare una nuova lingua, conversare e conoscere la gente locale ed altri viaggiatori.

SACCO A PELO: prima di buttarti nell’acquisto controlla l’itinerario, il meteo e le temperature che troverai durante il tuo viaggio.

PANNELLI SOLARI DA VIAGGIOce ne sono di tanti tipi da quelli pieghevoli a quelli incorporati nello zaino.

Buon viaggio!



24 Comments

  1. grazie!!! aggiungerei anche un filo , delle mollette, e del nastro adesivo!!

  2. Ciao! In estate partirò per un viaggio Interrail in Europa soprattutto in località balneari ma non so come “proteggere” lo zaino nel caso in cui voglia fare un tuffo. Siamo soltanto in due e non possiamo lasciare lo zaino incustodito. Qualcuno sa darmi qualche dritta? E la prima volta che affronto un viaggio con lo zaino in spalla perciò ogni altro consiglio è utile!

    • Ciao Veronica, sinceramente non ho nessun magico consiglio… mi sono trovata varie volte nella tua situazione e la soluzione è stata semplicemente… non fare il bagno in due, ma uno alla volta :(

    • Ciao! Io ho appena acquistato questa rete “antifurto” x zaini:
      Pacsafe 85L Backpack And Bag Protector
      C’è la versione 55litri, 85 e 120. Quella da 85litri va bene x zaini da 55 a 85 l.
      Spero vi sia utile!
      Buon viaggio a tutti!

      • Grazie Michele, è sicuramente un oggetto molto utile! Grazie per il suggerimento!

  3. Ciao! A settembre partirò per un mesette nel sud est asiatico. Birmania e un pò Thailandia. Grazie dei consigli per la lista viaggi.. mi sono presa per tempo e comincio a recuperare le cose che mi servono seguendo ciò che hai scritto!

    • Fantastico! Sono contenta la lista ti sia utile :) Anche io la uso sempre.. altrimenti dimentico sicuramente qualcosa!

  4. ciao compagna avventruriera!
    ti scopro solo ora purtroppo ma devo dire che mi fa molto molto piacere fare la conoscenza del tuo blog! io parto a breve per un viaggio di non so ancora quanti mesi per il sudamerica, il primo vero viaggio che possa definirsi tale, quindi i tuoi consigli su come fare lozaino sono piu’ che accettati e condivisi ….faro’ uno zaino, ma sembra impossibile farci stare tutto..ci provero’!!! brava e continua cosi’…..un abbraccio
    katia

    • Ciao Katia, piacere di conoscerti! Ti scrivo dall’India :) Questa volta sono riuscita a fare uno zaino di 13 Kg per due mesi, è il mio record :)
      Fai buon viaggio in sud america!

  5. Soprattutto per le donne consiglio di portare lo spray al peperoncino. Vi ricordo che va tenuto nel bagaglio da stiva perchè per alcuni paesi è illegale portarlo sull’aereo.

    • Ottimo consiglio!

  6. Valentina, mentre tu sei in giro io mi spulcio il tuo blog! Ho una domanda forse, stupida, ma la faccio lo stesso: come mai lo zaino invece di un trolley? Il peso mi sembra sia più o meno lo stesso e quando fai trekking presumo tu lasci il bagaglio nell'ostello, pensione o albergo che sia o forse sbaglio?

  7. Dipende tutto dal tipo di viaggio.
    Lo zaino è essenziale per chi viaggia in zone rurali o estremamente wild…se si rompe la ruota di un trolley in un villaggio in Amazzonia è un problema! Per un viaggio "semi-wild"(che ti permette di avere una base sicura dove lasciare il bagaglio) andrebbe benissimo anche un trolley (di qualità) o uno zaino-trolley, anche se io non ne ho ancora trovato uno serio. :(

  8. Sono felice che il post ti sia stato utile… Shantaram è già stato inserito nella lista delle letture per viaggiatori.. grazie!! :)

  9. bel post complimenti… direi tutto utile!!! ho letto dei tuoi libri di viaggio io aggiungerei anche shantaram che è stupendo.

  10. A proposito degli accessori da viaggio, volevo portare la mia testimonianza sull'utilità del gilet multitasche, quello che solitamente usano cacciatori, pescatori e fotografi.A me è stato molto utili, ci mettevo: bottiglietta d'acqua, macchinetta fotografica, batterie di ricambio, telefono, fazzoletti di carta, mappe della città, qualche foglio e penna per gli appunti, crema solare, un pò di monetine, gli stuzzicadenti e con un pò di pressione anche qualcosa di spicciolo da mangiare mentre andavo in giro.Per me è stato utilissimo e in molte occasioni mi ha evitato di portarmi dietro lo zainetto; e cosa da non trascurare, hai tutto a portata di mano.Spero possa essere un consiglio utile.
    Grazie, ciao.
    Stefano

  11. Sii', grazie! La damosa Decathlon, che qui in Irlanda non sanno nemmeno cosa sia…

    Tra l'altro mi sto documentando sul lavorare all'estero come insegnante di italiano o inglese per potermi mantenere piu' a lungo fuori. Mi hanno pure risposto dalla cina e dall'indonesia ma appena ho detto che parto nel 2013 mi hanno gentilmente (e ovviamente) consigliato di rifarmi viva quando la data sara' piu' vicina :P

    Se clicchi sul mio nome dovrebbe portarti al mio blog sul mio primo anno di permanenza in irlanda che per vicissitudini varie era stato chiuso e poi riaperto. Adesso sono in fase di registrare un vero e proprio dominio e poi trasferiro' tutto la'.

  12. Ciao Barby, sono contenta che i miei suggeriementi ti possano essere utili!
    Il sacco letto in seta, che occupa pochissimo spazio, l'ho comprato in Vietnam dove c'è la produzione di seta, in Asia sono facili da trovare. Ovviamente non essendo l'Asia proprio dietro casa è possibile trovarlo anche alla Decathlon… :)
    Riguardo al mio viaggio partirò dall'Indonesia e la partenza è posticipata a dicembre, prima sarò a Roma per un Master in Comunicazione del Viaggio. Non farò un rtwt o un 1wt, in Asia si viaggia molto bene con AirAsia e farò i biglietti strada facendo. Ti auguro un bel viaggio in Giordania! Fammi sapere se apri un blog anche tu, mi piacerebbe sapere qualcosa dei tuoi 7 anni in Irlanda!

  13. Ciao!
    Dopo 7 anni in Irlanda sto pianificando la mia fuga con giro intorno al mondo e sono capitata sul tuo blog. Informazioni di viaggio utilissime! Tra l'altro a settembre parto per la giordania e credo che il sacco letto possa essere utile, dove si compra?

    Sono troppo curiosa di imparare come ti muoverai nei prossimi due anni, a partire da giugno 2012.
    Quale sara' il primo paese che visiterai? Per quanto tempo ti fermi? Farai un RTWT o 1wt?

    Mi sono iscritta ai tuoi feed, penso di poter imparare tanto da te per la mia prossima avventura!

  14. Grazie!

  15. Yes, I can :)
    Post appena sfornato sui pannelli solari!

  16. Well done, WOW!
    Anche io gradirei l'approfondimento sui pannelli da solari da viaggio. Potresti postarci qualche link interessante? grazie

  17. Consigli molto utili. Personalmente trovo brillante l'idea del filo interdentale multiuso e rabbrividisco all'idea di cucirmi una vescica, ma solo perché sono uomo timoroso del dolore, ne comprendo l'utilità. Fare il bucato della biancheria tutte le sere è altrettante noioso, ma ahimé necessario. Il pannello solare da viaggio è un optional che non ho mai avuto ma che mi stuzzica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »